I laburisti alla scoperta della sinistra: chi è Jeremy Corbyn


Jeremy Corbyn
Jeremy Corbyn, nuovo leader del Labour

Per il Labour non c’è stato molto tempo per il lutto e neppure per medicare le ferite inferte da David Cameron. Appena Miliband ha consegnato le dimissioni, la lotta alla successione si è potuta scatenare. Oggi, dopo tre mesi di colpi fratricidi, è stato investito ufficialmente l’anti Tories dei prossimi anni.

E, a dirla tutta, nessuno avrebbe puntato una sterlina su Jeremy Corbyn fino a pochi giorni fa.

Quest’uomo così lontano dal tipico stereotipo britannico del politico laburista ha vinto trionfalmente con un distacco abissale dal secondo classificato alle primarie interne al Labour. I commentatori oltremanica ancora non riescono a spiegarsi i motivi per cui l’elettorato laburista abbia deciso per un così radicale cambiamento politico. Stiamo parlando infatti di un uomo della sinistra, da sempre schierato per il pacifismo, l’accoglienza e l’integrazione.

Corbyn
Corbyn

Presente tra i banchi della Camera dei Comuni dal 1983 (dai tempi della Thatcher, per intendersi) non hai mai fatto ricoperto, neppur lontanamente, incarichi istituzionali ed ha spesso alzato la voce contro i governi che si sono susseguiti. Pensate che tra il 1997 ed il 2010 ha votato più di 500 volte contro le indicazioni del suo stesso partito, colpevole a suo dire ‘di essere troppo centrista’.

Ha combattuto i governi conservatori con rabbia e decisione, seppur solo da parlamentare. E non si è risparmiato in critiche a Tony Blair e al suo ‘appiattimento’ sugli Stati Uniti e la NATO.

Nei prossimi anni vedremo i laburisti britannici impegnati per la prima volta in una ricetta schiettamente di sinistra fatta di ingredienti contro l’austerità, di redistribuzione delle ricchezze e di grandi (per ora solo annunciate) proposte per la nazionalizzazione della sanità inglese.

Insomma ce n’è di carne sul fuoco. Anche se Cameron potrà contare su una maggioranza politica ben salda c’è da scommettere che Corbyn possa provocare qualche preoccupazione in più al governo conservatore.

E qualcuno già sussurra che la Gran Bretagna sia pronta ad una svolta a sinistra. D’altronde solo pochi mesi in Scozia stravinceva lo SNP (clicca qui), partito palesemente di sinistra cui Corbyn potrebbe tranquillamente dialogare in vista delle prossime amministrative.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...