Guida ai posti più insoliti, misteriosi e suggestivi d’Irlanda


irlanda panorama

L’Irlanda è diventata una delle mete europee più gettonate. Dagli anni 90′ ad oggi il turismo è man mano diventato una voce sempre più fondamentale per l’economia dell’Isola. Pensate che nel 2014 la sola Eire (cioè le 26 contee del Sud) hanno attirato più di 7 milioni e mezzo di visitatori, di cui 257 mila sono italiani.

I voli low coast dell’irlandese Ryanair ha aperto le porte dell’isola anche ai turisti con budget limitato fino a consacrare il paese come meta più ospitale al mondo (Lonely Planet).

In tutto questo c’è ovviamente un risvolto negativo per gli amanti della rustica e gaelica Irlanda. Le selvagge spiagge battute dai venti e gli autentici pub sono diventati sempre più difficili da scovare. Le pagine delle guide tradizionali sono stracolme di indicazioni per i posti più gettonati che, però, rischiano di lasciare al visitatore un’idea falsata della cultura irlandese.

Chi spende qualche serata al Temple Bar di Dublino e pensa di aver trovato l’Irlanda sbaglia di grosso. Ecco, allora, qualche idea per chi si accinge a partire e vorrebbe ritrovare l’idea romantica, malinconica e più autentica dell’Irlanda.

La Antrim Coast

Chi avrà la fortuna (o la saggezza) di spingersi nel profondo nord, rimarrà estasiato dalle bellezze, a volte quasi banali, che si susseguono tra Belfast e Derry.

Attraverso i 40 chilometri della Causeway Coastal Route si possono ammirare alcune delle gemme nascoste d’Irlanda: castelli diroccati, spiagge mozzafiato e paeselli sperduti e decisamente solitari.
Se quello che cercate è l’Irlanda fuori dalle solite rotte turistiche, beh signori, la costa nord fa per voi.

Da belfast la strada si fa sempre meno trafficata e il paesaggio sempre più selvaggio.

Purtroppo per noi, la Coast of Antrim sta cominciando ad entrare nelle mete più gettonate irlandesi. Il fascino comunque rimane invariato: nove lunghe e profonde vallate (dette glens)  si tuffano direttamente in mare creando alternanza di bianche spiagge sabbiose e alte falesie. Di tanto in tanto pittoreschi villaggetti, ciascuno con il proprio pub colorato davanti al porticciolo.

Le bellezze costiere non sono ovviamente le sole ad attirare lo sguardo avido degli avventori della Causeway Coastal Route: le glens sono intervallate da castelli in rovina, piccole e grandi distillerie di whiskey e sentieri per i più allenati.

All’improvviso, davanti a voi, il suggestivo paesaggio lavico delle Giant’s Causeway, dove più di 40 mila colonne basaltiche di origine vulcanica sembrano più un infinito alveare roccioso che un’attrazione geologica.

Lasciato alle spalle il Selciato del Gigante ecco apparire il ponte di corda del Carrick-a-rede: 20 metri di percorso sospeso a 30 metri. Il costo (quasi sei sterline) è un tantino smisurato per l’attraversamento di un ponte, ma l’avvistamento piuttosto usuale di rari uccelli costieri sull’isolotto di Carraig a’ Ràid potrebbe rifondervi lautamente.

Puffin
Puffin

In estate e primavera non è raro riuscire a scorgere gabbiani tridattili, gazze marine e il tenero fulmaro. Se la fortuna sarà dalla vostra parte le pulcinelle di mare (che sentirete chiamare puffin) si offriranno alle vostre videocamere come delle modelle vanitose.

Infine, ripresa la strada si aprirà davanti a voi uno degli spettacoli più belli che la terra di Irlanda possa offrire: uno sperone di roccia basaltico sul quale sorge il magnifico castello di Dunluce.
Cercate di calcolare bene i tempi: non arrivate a Dunluce al tramonto perché non vorrete più andarvene.

Dunluce Castle
Dunluce Castle

Il castello risale al XIII secolo ed è stato al centro di innumerevoli trame politiche e militari al tempo dei clan gaelici. Ancora oggi i locali potrebbero raccontarvi centinaia di leggende su fantasmi e spiriti del castello.
Il suo aspetto diroccato e malinconico lo trasforma da semplice rudere medievale ad ambientazione perfetta per un romanzo gotico o una tragedia romantica.

Info Utili: Per godersi la Coast of Antrim senza perdere troppo tempo in spostamenti è assolutamente necessario il noleggio di un auto da Belfast o direttamente da Dublino. Mi sento di consigliare la tratta Buseireann/Translink da Dublino a Belfast in bus (corse praticamente ogni ora) per poi noleggiare l’auto a Belfast.
Non lasciatevi spaventare dalla guida a sinistra: in pochi minuti già diventa consuetudine. Vivamente consigliato il navigatore.

Donegal – Irlanda nord occidentale

Il dipartimento turistico che si occupa del turismo in Donegal ha recentemente utilizzato uno slogan molto efficace: trascorri le tue vacanze dove le trascorrono i locali. In effetti, il Donegal è la parte di Irlanda più amata dagli irlandesi stessi che accorrono in massa in cerca di rilassanti giornate di pesca e natura selvaggia.

Altro slogan molto usato è Up here it’s different (Quassù è diverso) proprio a rimarcare l’unicità della regione nord occidentale dell’isola, collegata al Sud soltanto da una sottilissima striscia di terra.

Il Donegal è – dato non trascurabile per chi cerca l’Irlanda più autentica – una delle Gaeltach che contraddistingue le aree dove l’irlandese ancora è parlato dalla maggioranza della popolazione come prima lingua.

Moltissime sono le testimonianze storico-archeologiche da non perdersi del Donegal: dal dolmen di Kilclooney che da oltre 4000 anni sembra lanciarsi nel cielo irlandese al forte dell’età del ferro Griahan del mitico re Aileach che regala una bellissima vista sul Lough Foyle.

Il Donegal Castle resta comunque la ciliegina sulla torta del patrimonio storico del Donegal: nessun essere umano – neppure il tuo peggior nemico – dovrebbe morire senza avere visto il Donegal Castle.

Donegal Castle
Donegal Castle

Fulgido esempio di architettura giacobita in Irlanda, il castello è il segno tangibile del potere politico dei temuti O’Donnell che forgiarono i destini di questo lembo di terra per oltre dieci secoli. Di sette fortezze che il clan costruì in terra irlandese, il Donegal Castle è quello che più riesce a descrivere la forza e il rispetto che incutevano gli O’Donnell.

Perfino il viceré inglese nel 1566 definì il castello come ‘la più grande e forte fortezza in tutta l’Irlanda’. E possiamo solo immaginare quanto sia costato ad un inglese ammettere questo.

Mi sento di consigliare anche una visita alle Slieve League Cliffs. Molto meno famose delle iperinflazionate Cliffs of Moher, quelle del Donegal sono da molti considerati le scogliere più alte d’Europa. Si tratta di una lunga catena di cime (circa 6 km) che raggiungono 600 metri di altezza e che si tuffano direttamente nell’Oceano Atlantico. Una bazzecola in confronto quelle di Moher (appena un terzo rispetto alle Slieve League).

Slieve League
Slieve League

Nessuna spiaggia, nessuna agenzia di viaggi, nessun albergo a 5 stelle troverete nei pressi di Sliabh Liag (nome gaelico delle scogliere). Anche se negli ultimi tempi la globalizzazione ha portato turisti anche lì, è molto difficile trovare turisti (anche nelle alte stagioni) ed è altrettanto difficile trovare indicazioni stradali in inglese. Selvagge e isolate, le Sliabh Liag sono il sogno proibito di ogni viaggiatore solitario che si rispetti.

Info utili: Se pensate di raggiungere il Donegal da Dublino utilizzando i bus preparatevi a diversi cambi e lunghe tratte non particolarmente eccitanti. La maggior parte degli svincoli avviene al centro dell’isola (Athlone), ma troverete informazioni più circostanziate sul sito della Buseireann.
Il Donegal Castle costa 4 euro e si trova esattamente al centro di Donegal Town. Facilmente raggiungibile con i bus.  Decisamente più difficile raggiungere le scogliere Slieve League: una volta arrivati a Carrick si dovrà puntare sul piccolissimo villaggio di pescatori chiamato Teelin.

One thought on “Guida ai posti più insoliti, misteriosi e suggestivi d’Irlanda

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...