L’egocentrismo dell’uomo moderno


Mahatma Gandhi

Molto spesso, confrontandomi anche con semplici realtà personali, ho la netta impressione che il mio interlocutore sia in disperata ricerca di attenzione. Una frettolosa valutazione maturata con i rapporti sociali di questi ultimi tempi.

Non è raro che rimproveri la mia famiglia di non conoscermi perchè, magari, non sono capaci neppure di definire che tipo di facoltà frequenti. Una scusa fra le tante. Un esempio? Il personalismo religioso o politico. Metto per scritto esempi che, per il momento, sono vivi solo nella mia testa. A chi non è capitato di ascoltare la formula all’interno di dibattiti religiosi del ” credo, ma credo a modo mio”. Ecco, ho cercato e disperato di far capire che quel modo, quella personalissima religione altro non era che il protestantesimo, la terza via di Lutero. E’ comprensibile, molti in italia non conoscono la riforma.  Ma io sarei ben felice di sapere che i miei valori religiosi(i più comuni tra i giovani? povertà evangelica, semplificazione dei culti, abiura dei santi, no alla gerarchia etc etc) siano perfettamente inquadrati in una religione con nome e cognome. Eppure, si preferisce, ancora a mascherarsi dietro al personalismo piuttosto che informarsi e perdere 5 minuti della propria vita a leggere e interessarsi.E soprattutto ammettere la propria ignoranza e apatia.

Un altro esempio? Tutti sfiduciati dalla politica italiana. Va bene. Lo comprendo. Ultimamente non c’è stato nulla di cui gioire. Ma, perdinci, non si può andare alle elezioni ogni beneamata volta votando il male minore o non votando affatto. E’ umiliante per chi è morto per darci questa libertà. E mi fa ancora più innervosire perchè basta un minimo di ragionevolezza per capire che i cambiamenti che vorremmo vedere nel nostro paese non piovono dal cielo.

Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo“, urlava un ispirato Gandhi.

In conclusione, penso che questa lobotomizzazione delle masse, scaturita(non solo) dai media e dalle comodità del mondo contemporaneo abbia sviluppato un bisogno di essere ascoltati, di essere al centro dell’attenzione. Anche solo per una sera davanti ad una birra. Anche solo per un momento per dimostrare che su qualcosa ancora ragioniamo. Ma è solo un illusione momentanea.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...